martedì 5 aprile 2016

IL CIMITERO CECOSLOVACCO A SOLBIATE OLONA (VA)

Dall’anno 1918 al 1964, Solbiate Olona ospitò un cimitero militare cecoslovacco che ha ospitato fino a 600 salme, unico in Italia.
Va premesso che, sul "Bollettino della Vittoria" di Armando Diaz, che è ancora impresso sul bronzo all’entrata di molte caserme italiane, si parla di una Divisione «Czeco-slovacca» che aveva contribuito alla nostra vittoria nella Grande Guerra. La cosa appare abbastanza strana perché nel periodo 1915-1918 non esisteva una nazione cecoslovacca e sia i cechi sia gli slovacchi militavano nell’esercito austriaco, quindi erano nostri nemici!
Ma...in pochi sanno della presenza di un campo di prigionia per soldati austroungarici, soprattutto di nazionalità cecoslovacca, sul territorio dei Comuni di Fagnano Olona, Cassano Magnago e Busto Arsizio, in Provincia di Varese. Il vasto campo d’internamento (che arrivò a contenere sino a 45.000 prigionieri) includeva anche l’area dove oggi è situata la Caserma “Ugo Mara”, nel Comune di Solbiate Olona, oggi sede della NATO in Italia. La Caserma infatti, nata nel 1913 come avio superficie militare e successivamente adibita a deposito dell’Esercito Italiano e, dagli anni ’60 del secolo scorso, a sede di vari reparti sempre dell’Esercito, era stata in parte trasformata, dal 1918 all’inizio del 1920, in campo di internamento per prigionieri cecoslovacchi.
Militari e prigionieri cechi e slovacchi che costituirono i battaglioni volontari e che nel nostro Paese diedero vita, nel 1918, alla cosiddetta Legione Cecoslovacca. Della presenza di questi soldati rimanevano solo pochi accenni in qualche racconto memorialistico e alcuni richiami sul cosiddetto “Cimitero Cecoslovacco” in Solbiate Olona dove erano inumati oltre 500 militari, deceduti per malattia..
.Nel 1924,con il contributo della popolazione locale e, soprattutto della fabbrica Tobler , il cimitero è stato ristrutturato con crocie tombe di cemento. Il 4 novembre 1924 si è tenuta una consacrazione eduna cappella che è stata costruita lì.
Nel 1964 le salme sono state traslate nel cimitero militare austroungarico di Cittadella, Padova.

la lapide a ricordo dei soldati cecoslovacchi presso il cimitero di Solbiate O.

la mappa delle tombe



"In straà Fagnan, a 'a svoeulta da Sulbià
su na campagna piena da crusuni
storti e da legn che guardan a pasà
ga cresi l'erba a l'ombra da piantuni"

Così il poeta Luigi Caldiroli localizzava con precisione in una sua poesia il Cimitero militare di Solbiate ove erano sepolte le salme di 550 soldati Cecoslovacchi.

1 commento: